Laboratorio di Cucina ad Ozieri

Ad Ozieri l’attivazione del 1° laboratorio di cucina (vedi foto) realizzato dall’Associazione di Oncoematologia

Si amplia il progetto di Psico-Oncologia, realizzato dall’ Associazione di Oncoematologia “Mariangela Pinna” Onlus, associando alla cura psico-emotiva  anche la cura della persona fisica con l’attivazione del laboratorio di cucina ad Ozieri oltre a quelli già attivi a Sassari di musica, di bellezza  e di ginnastica.

Da oltre un anno è attivo, presso il Servizio di Oncologia dell’Ospedale Antonio Segni,  l’ambulatorio di Psiconcologia con attività di supporto psicologico individuale. Ma, con la collaborazione delle volontarie dell’Associazione MOICA (Movimento Italiano Casalinghe), si realizza il Laboratorio di Cucina,  inaugurato, alla presenza del Presidente Dr. Antonio Contu, del Dr. Antonio Pazzola Responsabile dell’U.O. dell’Oncologia Medica di Sassari e Ozieri e la Dr.ssa Valeria Sanna, medico Oncologo addetto fino al 2013 al Servizio di Oncologia di Ozieri; l’incontro si è svolto presso la nuova sede dell’Associazione di Oncoematologia, “Casa Accoglienza Padre Peano” sezione di Ozieri, messa a disposizione dal Prof. Emerito Padre Luigi Peano.

A seguito della diagnosi di tumore, spesso accade  che si modifichi il rapporto tra il paziente e il cibo; tale problematicità può essere dovuta direttamente o mediata da alcuni tumori, specie del tratto gastro-enterico, o dalla terapia antitumorale, che ha spesso come effetti collaterali nausea e inappetenza, o dagli stati ansiosi e depressivi che talvolta accompagnano la diagnosi di tumore.

Per tali motivi, una corretta ed equilibrata alimentazione è fondamentale in chi si trova a vivere una malattia oncologica.

Il laboratorio composto da un gruppo di 6 pazienti oncologici, che ne hanno fatto preventivamente richiesta, più due tutor della MOICA, nasce dall’esigenza di dare informazioni sulla corretta alimentazione e stimolare una nuova “attività” terapeutica.

Il progetto prevede 9 incontri coordinati e tenuti dalla Psicologa-Psicoterapeuta Dott.ssa Sara Marredda, che ha il compito di guidare i partecipanti nell’esperienza sensoriale che scaturisce dall’interazione con gli ingredienti, prima, e con le pietanze pronte poi, avendo come obiettivo il  riappropriarsi di alcuni aspetti sensoriali piacevoli della propria quotidianità, alterati dalla diagnosi o dalle terapie, e dall’Oncologa Dott.ssa Marta Contu, che fornirà ai partecipanti semplici conoscenze e informazioni utili per una sana alimentazione, durante il periodo di cura e nella fase di ripresa e riabilitazione. In questo senso assumono particolare importanza le informazioni che l’oncologo fornirà anche circa il binomio sport e alimentazione nel percorso riabilitativo.

Il ruolo delle tutor volontarie dell’Associazione MOICA, parte attiva dell’attività del gruppo, è quello di offrire  alle pazienti, le proprie conoscenze e competenze in ambito culinario rispettando le conoscenze tecniche fornite dall’oncologo in adeguate ricette in base ai componenti nutrizionali.

A conclusione del laboratorio verrà prodotto un opuscolo con informazioni utili per una corretta e sana alimentazione prima e dopo il tumore, arricchito dalle ricette dei pazienti.

 

Share